Il primo quotidiano sulla tecnologia nel retail
Aggiornato a
Technoretail - Shopping online: metà degli italiani acquista dallo smartphone
Il 71% degli intervistati preferisce pagare con i metodi digitali alternativi
Information
News

Shopping online: metà degli italiani acquista dallo smartphone

Information
- Planet smartphone - Planet shopping online - Planet pagamenti digitali

Secondo un’indagine globale realizzata da Planet, provider di pagamenti e software integrati per hospitality e retail, quasi metà dei consumatori italiani che fa shopping online (48%) effettua i propri acquisti via smartphone e il 60% utilizza il mobile come device preferito per fare ricerca prima di comprare.

Per il pagamento, la preferenza degli shopper italiani va ai metodi digitali alternativi (71%), seguito da carte di credito o debito (60%). A differenza della media internazionale (13%), le prepagate restano ancora molto rilevanti per gli acquirenti tricolore (31%), più per i Baby Boomer (39%) che per la Gen Z (27%). Meno diffusi i wallet digitali come Apple Pay e Google Pay (14%) e solo 1 italiano su 10 sceglie metodi di pagamento rateali come Klarna, mentre più del 20% non ritiene fondamentale la possibilità di acquistare con le criptovalute.

Per poco meno della metà degli online shopper italiani intervistati (43%), la semplicità del procedimento di reso e di cambio è l’aspetto più importante per rendere l’esperienza di acquisto positiva, seguito dalla presenza del proprio metodo di pagamento preferito (39%), dalla visibilità dello stock (37%) e l’offerta di diverse possibilità di consegna, a casa o in negozio (35%).

Più che alla rapidità, è alla certezza della consegna a cui gli italiani pensano quando acquistano tramite e-commerce. Per il 51% degli intervistati è molto importante la precisione della data di arrivo della merce, la cui possibilità di personalizzazione è rilevante per il 43%. Se non fondamentale, la velocità è comunque molto apprezzata: più di 1 italiano su 3 non disdegna la consegna nella stessa giornata (36%) e il click & collect entro le 24 ore dall’ordine (31%), mentre solo per 1 italiano su 4 ha un peso quello entro le due ore.

Comprare in sicurezza è un dettaglio non sottovalutato: un sito non degno di fiducia può compromettere un acquisto (44%), così come il redirect verso altre pagine (32%), mentre l’autenticazione della propria banca è indice di sicurezza per 1 italiano su 2. Il pagamento è il primo aspetto a cui gli italiani pensano anche in negozio: per il 57%, infatti, è molto importante che il metodo preferito sia accettato. Nel punto vendita sono le carte di debito o credito a vincere (60%) rispetto ai metodi digitali alternativi (53%), seguito dalle prepagate (28%) e dai wallet digitali (16%). Per 1 intervistato su 3, infine, è molto importante la possibilità di fare self-checkout o di ritirare il prodotto scelto in un altro store.

Ogni retailer vuole regalare ai clienti una shopping experience memorabile, flessibile e variegata – commenta Luca Cassina, president of retail di Planetma più il nostro mondo diventa connesso, più crescono le aspettative dei clienti e maggiori sono le sfide per le aziende. I dati emersi dalla nostra ricerca confermano che, se da un lato sono stati fatti numerosi passi in avanti dal punto di vista di un’offerta integrata e omnicanale, dall’altro c’è ancora molto da fare in termini di servizi: i clienti, infatti, desiderano acquistare in modo semplice e veloce e fare il reso quando, come e dove vogliono”.

ALTRI ARTICOLI

Technoretail - Shopping online: metà degli italiani acquista dallo smartphone

Despar Nord: avvisi pagoPA e bollo auto si pagano in cassa

Grazie alla collaborazione tra Despar Nord (Aspiag Service), la concessionaria dei marchi Despar, Eurospar e Interspar nelle cinque regioni del Nord Italia, e la paytech Nexi, i clienti degli oltre 250 punti vendita Despar Eurospar e Interspar di Triveneto, Emilia-Romagna e Lombardia possono pagare bollo auto e avvisi pagoPA direttamente alla…
Technoretail - Shopping online: metà degli italiani acquista dallo smartphone

Harrys Zachariadis, nuovo supply chain director Coca-Cola Hbc Italia

Coca-Cola Hbc Italia, principale produttore e imbottigliatore delle bevande a marchio The Coca-Cola Company sul territorio nazionale, ha nominato Harrys Zachariadis nuovo supply chain director per l’Italia, dove già dal 2010 al 2013 ha ricoperto il ruolo di manufacturing director.
       
    Il sito Technoretail - Shopping online: metà degli italiani acquista dallo smartphone

Technoretail - Shopping online: metà degli italiani acquista dallo smartphone