Il primo quotidiano sulla tecnologia nel retail
Aggiornato al
Information
Imprese

Bracchi cresce nella logistica agricola e industriale

Il Gruppo Bracchi continua la sua espansione grazie anche al traino della business unit cargo e supply chain.


I dati dei singoli segmenti aziendali sono in crescita: nell’ascensoristica si registra un +22% sul 2021, nel settore agricolo +24%, in quello industriale un +40%, sul cargo +20%. Oggi Bracchi lavora su 11 poli logistici e 7 filiali regionali per un totale di 330.000 metri quadri di magazzini complessivi, gli occupati sono circa 650 presenti nei diversi stabilimenti. Nel 2021 il gruppo ha chiuso con vendite sopra i 158 milioni di euro, in crescita sui 142 milioni del 2020 e si attende anche per questo 2022 una crescita in doppia cifra del fatturato complessivo.

Nel corso dell’anno l’azienda ha investito nel nuovo hub di Castrezzato (Brescia), che a poche settimane dall’apertura inaugurale è già stato raddoppiato. Adesso l’azienda ha disposto i propri pallet sui 40mila metri quadri totali di spazio, l’ampliamento così rapido si deve a ad un accordo preso con un fornitore internazionale in ambito di ascensoristica. Lo spazio logistico oggi occupa una ventina di persone.

L’espansione nel Nord Italia non è conclusa: l’area si presta alla possibilità di costruire altri 40mila metri quadri. Sempre a livello di magazzini, c’è interesse nell’acquisirne uno di nuovo a Marostica, nel vicentino. A questi si aggiunge poi l’aumento della presenza aziendale in Slovacchia, dove è stato ampliato il magazzino di Kostolne con l’estensione delle attività su una nuova porzione da 10.000 metri quadri. Anche in questo caso l’espansione è collegata al settore industriale.

Nel settore ascensoristico Bracchi registra 60.000 ascensori spediti all’anno, 250 ascensori ricevuti e stoccati ogni giorno nei magazzini del colosso della logistica con headquarter nel bergamasco e spediti in tutto il mondo, il tutto grazie a 3 poli logistici specializzati nel settore, 75.000 mq di magazzino dedicati e 1.370.000 unità e componenti movimentati all’anno in tutta Europa.

Ma non solo. L’azienda cresce anche nel settore agricolo, settore per cui si occupa di logistica e trasporti per l’80% dei produttori di mezzi agricoli. In questo settore Bracchi si occupa soprattutto di stoccaggio e trasporto di prodotti finiti e di trasporti eccezionali, gestendo stoccaggio, movimentazione e trasporto di macchine agricole, garantendo assistenza durante ogni fase del trasporto: dall’analisi del carico alla pianificazione del percorso, dall’espletamento degli iter burocratici e procedurali fino alla richiesta dei permessi e all’organizzazione delle scorte per i trasporti eccezionali. In fase di carico e scarico, il trasporto eccezionale di macchinari agricoli viene supportato da equipaggiamenti specifici, come carrelli, gru e sistemi di vertical transport che consentono di realizzare consegne direttamente in fiera o in cantiere.

Technoretail - Bracchi cresce nella logistica agricola e industriale

“I nostri magazzini sono dotati di layout e scaffalature specifiche per questo settore: dai sistemi di stoccaggio rack ai cantilever studiati per i componenti più ingombranti”, spiega il Cargo e Supply Chain business unit director, Mauro Crippa. “Nei nostri magazzini gestiamo attività di logistica inbound e outbound, stoccaggio e consolidamento. Per alcuni dei nostri clienti sviluppiamo sistemi di logistica integrata per garantire una gestione completa della supply chain e piena tracciabilità dei materiali”.

       
    Il sito Technoretail - Bracchi cresce nella logistica agricola e industriale

Technoretail - Bracchi cresce nella logistica agricola e industriale


Copyright © 2024 - Edizioni DM Srl - Via Andrea Costa, 2 - 20131 Milano - P. IVA 08954140961 - Tutti i diritti riservati | Credits